Torna in Homepage

Chi Siamo



L’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, fondata nel 1920, eretta in ente morale, è un’organizzazione non lucrativa di utilità sociale (ONLUS), ha personalità giuridica di diritto privato (DPR 23 Dicembre 1978), a cui per legge e per Statuto spetta la rappresentanza e la tutela degli interessi morali e materiali dei non vedenti e degli ipovedenti nei confronti delle pubbliche amministrazioni.
In particolare l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS favorisce la piena attuazione dei diritti umani, civili e sociali dei ciechi, l’equiparazione e l’inclusione in ogni ambito della vita civile, con riferimento all’integrazione scolastica, alla formazione culturale, all’istruzione professionale, al collocamento lavorativo, all’attività sportiva, a quella ludico-ricreativa, all’assistenza rivolta ai pluriminorati, agli anziani e a coloro che siano in situazione di particolare emarginazione sociale.
Nucleo primario dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, strutturata secondo un principio democratico, sono le Sezioni provinciali, presenti sull'intero territorio nazionale. Esse, a loro volta, si raggruppano nei Consigli regionali che, nella loro totalità, danno vita al Consiglio nazionale. Vi è poi la Direzione nazionale, composta da dieci Consiglieri nazionali eletti tra i venti nominati dal congresso, presieduta dal Presidente Nazionale.
L'Unione Italiana dei Ciechi, riconoscendo come obiettivo di primaria importanza la ricerca di strategie comuni, sia in ambito nazionale sia internazionale, fa parte dell'European Blind Union (EBU), del World Blind Union (WBU) e della Federazione tra le Associazioni Nazionali Disabili (FAND).

Il Consiglio Regionale del Lazio dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti gestisce un costante e aggiornato rapporto con i propri iscritti nell'ambito territoriale di riferimento, ha sede in Roma, Via Collalto Sabino 14, 00199 Roma ed è un organo di raccordo e di coordinamento delle sei Sezioni Territoriali presenti nel Lazio (Civitavecchia, Frosinone, Latina, Rieti, Roma, Viterbo).